Le prove sono terminate!
Potrai visitare la GALLERY per vedere tutte le ricette proposte dalle classi.
Resta collegato al sito, entro il 15 gennaio 2016 ci sarà la proclamazione dei vincitori.
Qui sotto le prove proposte dallo chef Romito che hanno messo alla prova le classi che hanno partecipato.



Manzo marinato in salsa tonnata

di Niko Romito



INGREDIENTI

girello di manzo 1000 g
acqua frizzante 2000 g
zucchero 500 g
timo 5 rametti
maggiorana 6 rametti
rosmarino 2 rametti
aglio 1 spicchio
alloro 1 foglia
sale 350 g
pepe nero 10 grani
insalatina mista per accompagnare

Per la salsa tonnata
maionese classica 250 g
tonno 75 g
filetto d’acciuga 1
capperi dissalati 6
succo di ½ limone
sale

DESCRIZIONE

In questa ricetta scoprirete una nuova tecnica, una cottura a freddo grazie a una salamoia aromatica, speziata e intensa. Con ingredienti molto semplici come acqua, zucchero, sale e aromi, otterrete un mix capace di marinare la carne. Dopo alcune ore, meglio se tenendo riparato dalla luce il contenitore dove faremo marinare la carne, il manzo sarà cotto e potrete servirlo con una salsa tonnata e dell’insalata. Ricordate che questa carne può essere congelata e conservata a lungo. Appena tolto dal freezer, il manzo può essere tagliato più finemente e diventare un comodo carpaccio sempre pronto all’uso.

PROCEDIMENTO

Scaldate metà dell’acqua (1000 g) insieme al sale e allo zucchero, in modo che si sciolgano.
Lasciate raffreddare e unite le erbe, gli aromi e la rimanente acqua.
Aggiungete la carne.
Coprite con la carta d’alluminio per proteggere la carne dalla luce ed evitare che cambi colore, poi mettete in frigorifero a marinare dalle 24 alle 48 ore, a seconda della dimensione della carne (deve pesare almeno 1 kg).
Togliete dalla marinatura, asciugate bene ed eliminate la parte esterna con un coltello. Affettate finemente.
Preparate la salsa tonnata: unite tutti gli ingredienti nel bicchiere del mixer a immersione e frullate.
Servite con l’insalatina mista e la salsa tonnata.


Crostatina alle mele

di Niko Romito



INGREDIENTI

pan di Spagna 200 g
pasta frolla 200 g
crema pasticcera 200 g
mele golden 100 g
acqua 250 g
zucchero 100 g
marsala 30 g
cannella 1 cucchiaino
acido ascorbico (vitamina C) 5 g
legumi per la teglia

DESCRIZIONE

Un dolce classico, da servire sia tiepido che freddo e che potrete preparare anche il giorno prima. Mangiare la crostatina deve regalare la sensazione di dare un morso a una mela fresca, non quella di gustare una purea di mela cotta. Per questo ho scelto di tagliare le mele a dadini sufficientemente grandi da rimanere ben croccanti. Il pan di Spagna garantisce stabilità e umidità al dolce, la crema amalgama con eleganza.

PROCEDIMENTO

Stendete tra due fogli di carta da forno la pasta frolla e ricavate quattro dischi uguali con l’aiuto di un coppapasta.
Mettete negli stampini.
Sopra alla frolla mettete un cerchio di carta da forno e dei legumi, per non far gonfiare la pasta. Infornate a 160 °C per 8 minuti.
Mettete la crema pasticcera in un sac à poche e tagliate quattro dischi di pan di Spagna con lo stesso coppapasta utilizzato per la frolla.
Sbucciate e tagliate a cubetti le mele, mettendole man mano in acqua e vitamina C per evitare che anneriscano.
Mettete sul fuoco un pentolino con acqua, zucchero, cannella e Marsala e fate andare per 10 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare.
Prendete il disco di pan di Spagna, dividetelo a metà in senso orizzontale e bagnatelo con lo sciroppo al Marsala, aiutandovi con un pennello.
Togliete dal forno la pasta frolla, levate la carta da forno e i legumi e fate il primo strato di crema pasticcera.
Ricomponete il disco di pan di Spagna e sovrapponetelo.
Coprite nuovamente con la crema pasticcera.
Dopo averle asciugate, aggiungete le mele.
Spolverizzate un po’ di zucchero semolato e infornate a 180 °C per 6 minuti. Dopo aver tolto dal forno, bruciate la parte superiore con un cannello da pasticceria e servite in piatti piani mettendo alla base un ciuffetto di crema, in modo che la crostatina non si muova nel piatto.